Beati i nostri nonni


Oggi avrei voluto farvi vedere quello che ho preparato per la festa della mamma, ma la tristezza che ho questa mattina, non mi consente che pensare a Pino, il nonno di Andry che se n’è andato ieri sera e al mio, che non c’è più da parecchi anni, ma le cui parole e racconti sono ben presenti.
La nostra generazione ha avuto dei nonni giovani, ha passato giornate con loro ascoltando i loro racconti. Molti di noi hanno avuto addirittura dei bis nonni! I miei figli non so se avranno questa fortuna…
I nonni se ne vanno, lasciandoci in questo mondo pieno di incertezze. Rimangono i loro racconti, dei loro periodi di crisi e guerra.
Mio nonno raccontava sempre delle due guerre, dell’unico vestito buono appeso nell’armadio e di quel baule che conteneva tutto quello che aveva. Baule che portava in spalla dalla stazione a casa (10km e più)… forse noi non ci dovremmo lamentare tanto…
Forse guardandoci dall’alto mio nonno come suo fare, scrullerebbe la testa e direbbe “La testa!!!”, perchè a loro bastava poco per essere felici, mentre noi ormai, abituati al troppo, non riusciamo più a fare a meno di niente, quando invece dovremmo renderci conto che…
Scusate questo sfogo mattutino… Prometto che oggi pomeriggio mi tirerò su e posterò quacosa di più creativo.
Un nonno non vorrebbe mai vedere un nipote triste.
.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *