Il labirinto effimero

Un’esperienza magica… Un posto incantevole che senza Arte Fatti Clod non avrei mai conosciuto, quindi ancora grazie, grazie, grazie!!! ^_^
Si, perchè il posticino è capitato proprio a fagiolo come si suol dire. Volevo fare una sorpresa ad Andry, per i 19 anni che ci conosciamo e arrancavo nel buio, fino a quando è arrivato il post della sopracitata, che è stato a dir poco illuminante!
Il tutto stava nell’organizzare la giornata senza farmi scoprire con l’aiuto del gentilissimo signor Galassi. La parte più difficile, mettere in macchina tutto il necessario senza farmi notare! (Ma intendiamoci… Io in questo, modestamente, sono una maga!!!)
Tutto pronto e organizzato da almeno una settimana, ieri pomeriggio partenza ore 17:00 con me al volante per luogo “ignoto”… Il labirinto effimero ad Alfonsine! ^_^
Ad accoglierci un’ambientazione da sogno e il signor Carlo che è di una gentilezza imbarazzante.
Dopo essermi persa tra le meraviglie del negozietto alle porte del labirinto, Carlo ci spiega che per visitarlo ci vuole in media, circa un’oretta e mezzo e che se troviamo tutti e sei i glifi presenti all’interno, oltre alla soddisfazione di esser certi di averlo percorso tutto, avremmo avuto diritto ad uno sconto del 10%. 
E allora… sfida?!? E che sfida sia! B-)
Ci addentriamo nel labirinto, non c’è troppa gente, Carlo ci ha spiegato che pubblicizza poco questa meraviglia perchè vuole selezionare la clientela con il passaparola. La cosa non mi dispiace affatto!
Torniamo vincitori dopo quasi un’ora e mezza. Solo il 10%, ci spiega, riesce a completarlo! (stimiamoci di più!!!) Anche perchè possiamo vantare anche il fatto, che oltre ai sei glifi, all’interno del labirinto ci siamo imbattuti nell’ideatore di tale meraviglia, Luigi Berardi, che non faceva visita da almeno 4/5 mesi!
Se non è fortuna questa! ^_^
Ma la vera sorpresa inizia con il calar del sole. 😉
La preoccupazione di Andry all’interno del labirinto, dopo tanto camminare era “si mangerà bene in questo posto” ed io “speriamo!!!”
Bene… Carlo fa costruire questi labirinti da tre anni, ma solo da quest’anno ha avuto un’idea secondo me, geniale!
Andry non sapeva che il nostro ristorante sarebbe stato diciamo… Uno speciale privè!
E nemmeno che i cuochi saremmo stati noi, con tutti i viveri che mi ero portata da casa! ^_^

Non vi dico la sua faccia! ahahahah (entusiasta quanto sorpresa!) ^_^

Ma l’avete notata la scala sull’albero? Secondo voi, potevo non farci una capatina io, che sin da piccola sugli alberi, mi ci arrampicavo senza scale?!?
Ad attendermi, c’era uno spettacolo meravoglioso, tutte le altre “zone cena” illuminate in mezzo al mais! O.O
Direi che la sorpresa è riuscita meglio di quanto mai potessi sperare, ne siamo usciti estasiati tanto che Carlo ci ha salutati con “vi vedo che andate via contenti e ne sono felice”. Insomma ci si leggeva proprio in faccia!
Lasciamo questo luogo da favola a malincuore, ma con la certezza di tornarci, magari l’anno prossimo per affrontare il nuovo labirinto e chissà, forse con amici, perchè è un’esperienza da vivere anche in gruppo! 😉
Se volete più info riguardo il labirinto, l’azienda Galassi, i servizi offerti ed i prezzi, andate qui… Io come avrete capito, ve lo consiglio!!! 😉
A presto
Ely

4 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *