La Prima Coccola

Ci sono cose ovvie, come il colore di un fiocco nascita.
Tutti sappiamo che il colore delle bimbe è il rosa, quello dei maschietti l’azzurro, ma sapete che il viola è il colore dei bimbi più piccoli, di quelli che hanno bisogno di più cure ed attenzioni, dei bimbi prematuri?
Sapete come si svolge una giornata “tipo” (che tipo poi in realtà non esiste), quante cure, attenzioni e coccole, questi bimbi ricevono in terapia intensiva, dai medici, infermieri e genitori, che li monitorano giorno e notte?
E sapete, quante storie, alcune belle, altre purtroppo meno, passano da questo reparto?
Chi non ha un bimbo prematuro o non conosce qualcuno che l’ha avuto, spesso non è nemmeno a conoscenza di questo reparto, dove ogni giorni persone di cuore si impegnano affinchè i nuovi genitori riescano a portare a casa il proprio cucciolo.
In sostegno a chi dovrà passarci, Lunedì 17 novembre, giornata mondiale del bimbo prematuro, è nata La prima coccola, un’associazione, formata da genitori che la T.I.N. l’hanno conosciuta.

Qui trovate uno dei primissimi articoli rilasciati, ma se volete saperne di più, andate sulla loro pagina fb o sul sito internet.

Un sereno Natale a chi lo passerà in reparto, ai piccoli leoncini che lottano, ai loro genitori, ma soprattutto a chi, anche in un giorno di festa, si occuperà con amore, di loro.
A presto
Ely

3 comments

    • Ely

      Grazie… è difficile esprimere quello che si prova entrando anche solo lungo il corridoio che a cui si affacciano le incubatrici da cui sbucano piedini e manine così piccole da non credere… e vedere con quanta cura vengono maneggiati questi piccolissimi bimbi, cambiati pannolini talmente piccoli che stanno in una mano, genitori che fanno la marsupio terapia… tante cose da dire, ma difficili da spiegare. <3

  • conosco bene la tematica, anche se non per esperienza personale ma per quella di alcune amiche. Ho tenuto in braccio una bimba di nemmeno un kg e si ha la sensazione che sia un miracolo. Bellissimo il tuo lavoro ma soprattutto la causa, complimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *